Delega

Il sito Modellodelega.com propone modelli e fac simile di delega da scaricare e stampare, da utilizzare in varie situazioni.

Quante volte ti sarà capitato di delegare qualcuno per il disbrigo di una formalità burocratica al posto tuo. Uno dei casi più ricorrenti nella vita ordinaria potrebbe riguardare il ritiro della posta raccomandata presso l’ufficio postale. Qualora non si è nella possibilità di recarsi personalmente, come sappiamo già è possibile delegare qualcun altro, a patto che vengano rispettate determinate formalità. In effetti, per questo caso, come per molti altri, l’operazione è consentita, se viene redatta in carta semplice una delega scritta, ovvero il permesso concesso a un altro soggetto di compiere un atto al posto nostro.

Nella delega devono essere esplicitati gli estremi identificativi del delegante, quelli del delegato, deve comparire la firma del primo e una copia di un suo documento di riconoscimento valido. Questo risulta necessario per fare in modo che il funzionario verifichi la validità della firma del delegante. Se tutti questi elementi compaiono, nel caso sopra esposto, il delegato potrà presentarsi all’ufficio postale e ritirare una raccomandata o un pacco in nostra vece.

Per prima cosa, quando si delega un’altra persona, bisogna stare attenti a scegliere l’individuo adatto, visto che non solo gli stiamo consegnando una delega contenente i nostri dati sensibili e una copia di un nostro documento, ma essa è finalizzata al compimento di un atto, che a sua volta è in sé un dato sensibile, perché potrebbe riguardare il ritiro di corrispondenza privata, di un pacco, di documenti.

Per questo, sarebbe opportuno delegare solo persone di stretta fiducia, ovvero un familiare o un amico, non estranei con cui abbiamo un rapporto blando.

Dicevamo che per prima cosa, nella delega devono comparire gli estremi identificativi del delegante, cioè il suo nome, cognome, luogo e data di nascita, il suo codice fiscale e l’indirizzo di residenza. Successivamente, dopo avere lasciato un po’ di spazio libero, meglio se in stampatello bisogna scrivere la parola DELEGA.

A questo punto, di sotto dobbiamo inserire i dati per l’identificazione della persona delegata, quindi, il suo nome, cognome, luogo e data di nascita, il codice fiscale e il suo indirizzo di residenza. Con ciò abbiamo completato la parte anagrafica.

Adesso, è necessario esplicitare l’oggetto della delega e bisogna fare attenzione a non scrivere una delega generica, perché giustamente il funzionario dell’ufficio potrebbe rifiutarsi di accettarla. Quindi, se devo delegare Tizio a ritirare un’ecografia presso una struttura sanitaria pubblica o privata, devo esattamente inserire nell’oggetto della delega che essa riguarda il ritiro dell’ecografia presso la suddetta struttura, avendo cura di riportare con esattezza l’ubicazione e l’ufficio, in modo da non lasciare dubbi al funzionario sul fatto che la delega faccia riferimento proprio a uno specifico atto.

Per fortuna, quando si ha a che fare con uffici pubblici, come le Poste e la Questura, questi sono già dotati di moduli prestampati, che vanno a quel punto semplicemente ritirati all’ufficio e compilati, visto che devono comunque riportare la firma del delegante e vi si deve allegare una copia di un suo documento di riconoscimento. Anche in questo caso, però, l’operazione potrebbe risultare più semplice, perché nella generalità dei casi non bisogna nemmeno recarsi fisicamente all’ufficio preposto per il ritiro del modulo della delega, ma sarà sufficiente scaricarlo online, stamparlo e compilarlo. In molti casi, poi, gli uffici ammettono anche deleghe scritte di proprio pugno, purché contengano gli elementi minimi necessari per la sua validità, anche se prevedono già i loro moduli per l’operazione.

Proprio per questo motivo su questo sito mettiamo a disposizione diversi modelli di delega da scaricare e stampare.

Non tutte le deleghe sono possibili, tuttavia, in questa modalità semplice. Quando si autorizza un altro soggetto alla riscossione di benefici economici, tanto per fare un esempio, è necessaria l’autenticazione della firma del delegante. Essa consiste nell’attestazione da parte di un pubblico ufficiale che la firma sia stata apposta in sua presenza e che, quindi, corrisponde esattamente alla persona indicata nella delega e alla sua volontà.